HTC18: i vincitori!

di

I vincitori dei premi Hack the City 2018 .

1º premio
Il primo premio del valore di CHF 5’000.- è stato conferito al team “BlueMed” (Pietro Ghezzi e Franck Pilosel).
Bluemed advisor è una chatbot (IA – Intelligenza Artificiale) create con IBM Watson assistant allo scopo di fornire un assistenza immediata 24/7, diagnosticando il problema seguendo delle linee guida, ridurre i costi della sanità e i tempi d’attesa. Soluzione applicabile in sostituzione del Telmed delle casse malati, triage per il pronto soccorso o raccolta dati.

2º premio
CHF 2’500.- in denaro al team “TadaSana” (Diego Ulisse Pizzagalli, Madalina Mahrus, Sonia Pozzi, Fabio Verbosio).
ChairPose è una seduta che combina sensori (poco costosi) con algoritmi di intelligenza artificiale per individuare e così aiutare a mantenere una postura ergonomica durante le lunghe ore passate seduti alla scrivania.

3º premio
CHF 1’000.- in denaro al team “Spotliet” (Luigi Frunzio e Simone Maniero), ovvero due studenti USI che hanno voluto cimentarsi con il problema delle fake news. Anche loro, grazie all’utilizzo di strumenti IA e Machine Learning, hanno sviluppato una soluzione in grado di rilevare l’imparzialità dei testi di notizie online: se molto imparziale, probabilmente falsa (o come mostrato nella demo, satirica), se invece poco, probabilmente vera.

Gli altri premi
– Accesso diretto al programma d’accelerazione 2018 Fondazione AGIRE/CP Start-Up: Bluemed.
– Borsa di studio Master in Informatica USI: Spotliet.
– Riconoscimento IBM: Spotliet.
– Riconoscimento Eidoo: Tom & Jerry (Gianmarco Fraccaroli e Francesco Zuppichini).
– Riconoscimento RSI: I figli di Kmer (Davide Molinelli, Alessandro Castiglioni, Emanuele Falzone).
– Riconoscimento Quantide: WasteRedux (Colin Rawlings, Kartik Buddha, Mateusz Bukowski).
– Menzione White Peaks: Outlethe (Daniele Zuddas, Andrea Aquino, Alberto Goffi).

Un enorme grazie ai nostri favolosi sponsor!
ACER Europe, BancaStato, CP Start-Up, Eidoo, RSI Radiotelevisione svizzera e Wikimedia CH

Un grosso grazie anche a tutti gli partner, i mentori, i giudici e chi, dietro le quinte, ha lavorato per e con noi!

HTC18: anticipazione

di

Hai un’idea o un progetto che vorresti realizzare?
Hai competenze che potresti mettere in campo per trasformare un’idea o un progetto in qualcosa di concreto?

Partecipa a Hack the City, la maratona di programmazione e di generazione di idee innovative della Svizzera italiana.
Competi individualmente o in un team composto da altri sviluppatori, designer, maker, imprenditori e appassionati di tecnologia.
Sfrutta le 48 ore a disposizione per realizzare e presentare una soluzione creativa e d’impatto a un problema reale.
Vinci premi in denaro no a CHF 5’000.- e altri importanti riconoscimenti.

Programma HTC18

HTC18: la 4a edizione all’USI Lugano

di

Hack the City ritorna. Dopo 3 anni a Chiasso, l’ultima edizione della maratona di programmazione più “soleggiata” della Svizzera si terrà a Lugano, all’Università della Svizzera italiana (USI), dal 27 al 29 aprile 2018.
Hack the City è l’hackathon ufficiale della Svizzera italiana ed è tra i più popolari eventi di questo tipo a livello nazionale, grazie alla sua natura informale e ai ricchi premi in denaro conferiti ai vincitori (più di CHF 40’000 in 3 anni).

La 4a edizione si terrà all’USI di Lugano, in un ambiente più adatto adatto e a diretto contatto con le istituzioni che hanno sostenuto la manifestazione dall’inizio; tra questi SUPSI, CP Start-Up e Fondazione AGIRE. In aggiunta, dal 2016, l’Ufficio per lo sviluppo economico (USE) ha riconosciuto Hack the City come evento che funge da punto di partenza per coloro i quali vogliono trasformare le idee in progetti innovativi o startup. Infatti, l’evento è organizzato nell’ambito del Sistema Regionale d’Innovazione (SRI). In questo senso che prende parte alla competizione può entrare direttamente in contatto con i più importanti partner coinvolti nel supportare e promuovere l’innovazione in Ticino e anche in Svizzera.

Una novità di HTC18 riguarda la presenza di tre università accreditate della regione: SUPSI, USI e Franklin University Switzerland. Il coinvolgimento di questi istituti accademici è decisivo, perché permette di incentivare e sostenere la collaborazione tra i partecipanti che provengono da ambienti e profili di studio molto differenti in un contesto veramente internazionale. Sviluppatori, designer, maker e appassionati del mondo della tecnologia, dell’impresa e dell’innovazione competono per presentare idee e progetti in grado di individuare soluzioni creative e d’impatto a problemi reali. Premi in denaro saranno conferiti ai primi 3 progetti (CHF 5’000.-, CHF 2’500.- e CHF 1’000.-), ma non solo: le imprese coinvolte saranno presenti con mentori e tecnici, saranno in grado di osservare e incontrare potenziali nuovi collaboratori durante le 48 ore in un contesto informale ed evitando i soliti ostacoli che tipicamente si presentano durante le fasi di selezione.

Ai partecipanti quest’anno non verrà assegnato un tema: qualsiasi idea o progetto è benvenuto. Naturalmente vi saranno delle sfide e delle menzioni speciali riconosciute dagli sponsor e dai partner, ma queste spazieranno in diversi ambiti; dal Fintech allo sviluppo di app originali, dal blockchain all’IoT. La creatività sarà il criterio più apprezzato, seguito dal potenziale d’impatto della soluzione presentata.

Per concorrere, i futuri partecipanti devono registrarsi su www.hackthecity.ch. La piattaforma, tra l’altro, permette di creare dei team e di invitare dei membri a farne parte o anche, se non si vuole competere da soli, di chiedere di aderire a un team esistente. Si può sfruttare il sistema di messaggistica interna per comunicare. Tutto questo distingue HTC dagli altri hackathon: è infatti possibile creare un team prima della maratona e pure lavorare in remoto. Nelle scorse edizioni abbiamo avuto partecipanti dalla Tailandia, Singapore, India, Russia, Brasile, Italia e Germania.

Ovviamente è sempre possibile fare tutto in maniera tradizionale: durante la serata d’apertura del 27 sarà possibile esporre le proprie idee con un pitch e creare o raggiungere un team mentre si degusta un aperitivo.

Anche quest’anno si chiede un piccolo contributo per chi concorre. Il biglietto early-bird corrisponde a CHF 20.- (scade il 15 febbraio). Visitatori e ospiti invece entrano gratuitamente sia il venerdì 27 sia la domenica 29 aprile (ma prenotare è altamente raccomandato).

HTC17: Grazie!

di


L’evento è terminato, ma abbiamo parecchi contenuti e informazioni da condividere!
Guarda i video delle 2 Serate digitali (sul sito o qui sotto) tenutesi a Chiasso.
Inoltre, scopri i vincitori dell’hackathon di HTC17 e non perderti le gallery di immagini sul nostro blog!

Grazie!

Vogliamo ringraziare tutto coloro che ci hanno sostenuto: sponsor, partner, mentori (eccezionali!), i membri della giuria e i relatori che hanno gentilmente accettato il nostro invito a raggiungerci e per aver reso memorabile Hack the City 2017!
Moltissime persone sono state coinvolte per organizzare questo evento: non saremmo stati in grado di farcela senza il vostro tempo e gli sforzi impiegati. Abbiamo apprezzato ogni singolo gesto, grazie!

Un enorme grazie va anche ai partecipanti dell’hackathon e a chi ha presenziato alle serate digitali! Grazie per essere venuti e di esservi goduti l’esperienza. Senza di voi questo evento non esisterebbe!

Se vi va, potete seguirci nei social: abbiamo diversi account attivi, tra cui Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram e Google+ dove postiamo regolarmente aggiornamenti sui prossimi eventi e informazioni riguardanti Hack the City.

Un caro saluto e… A presto!

1a Serata digitale
2a Serata digitale

HTC17: I vincitori!

di

The winners of Hack the City 2017!

1º premio
Il primo premio di Hack the City 2017 del valore di CHF 5’000.- è stato assegnato al team “MonteLabs” per il progetto “Orion”.
Orion è una soluzione blockchain che tramite un’identificazione digitale permette a enti o uffici governativi di offrire servizi o procedure sicure, trasparenti e semplificate.

2º premio
Il secondo posto (CHF 2’500.-) è di “WashMyPants” con il progetto omonimo: una piattaforma che mette in contatto chi non ha voglia/tempo per fare il bucato, ma che è disposto a pagare per farselo fare, e chi invece è disposto a farlo facendosi pagare.

3º premio
CHF 1’000 sono stati conferiti al team “Hooli” per essere arrivati terzi. SmartCam4SafeCity consiste in una videocamera intelligente, che grazie ad algoritmi di computer vision è in grado di riconoscere veicoli soprattutto durante eventi, manifestazioni o luoghi chiusi al traffico dove è possibile posizionare le videocamere lungo un perimetro in cui i veicoli non hanno accesso.

Menzioni speciali
– Miglior impatto sociale e sostenibilità secondo lastminute foundation: WashMyPants;
– Miglior progetto orientato all’e-commerce secondo NetComm Suisse: WashMyPants;
– Miglior progetto legato alla mobilità sostenibile secondo SocialCar: BrainSquad;
– Miglior progetto in grado di sfruttare i dati liberi (open data) per Wikimedia CH: MonteLabs.

Un enorme grazie ai nostri magnifici sponsor!
AGE, Pacchetti BancaStato, CP Start-Up, lastminute foundation, NetComm Suisse, RSI, SocialCar, Wikimedia CH

E un grazie anche ai partner e coloro i quali, dietro le quinte, hanno lavorato per e con noi!

HTC17 – Immagini: Hackathon giorno 2

di

HTC17 – Immagini: Hackathon giorno 1

di